Condizioni Generali di Vendita

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

1) ORDINE
a. L’ordine è irrevocabile.
b. Qualora il committente non dia esecuzione all’impegno assunto con l’ordine accettato come sopra dal fornitore, è fatta salva al medesimo la facoltà di esigerne l’esecuzione in forma specifica, ovvero in alternativa di ritenere risolto il contratto con pagamento a titolo di risarcimento del danno di una penale a carico del committente, pari ad un terzo dell’importo pattuito per la fornitura, oltre al rimborso delle spese sostenute.

2) RISERVA DI PROPRIETA’
a. Le vendite rateali o con pagamento dilazionato, sono fatte ed accettate con patto di riserva di proprietà a favore di Adimac S.r.l. fino ad integrale pagamento.
b. Dal momento della consegna, i rischi sono a carico del compratore, il quale è costituito depositario dei beni forniti e si obbliga a curarne la conservazione con la dovuta diligenza e a non compiere, né consentire a terzi, atti che possano ledere la garanzia ed il diritto di proprietà della Venditrice.
c. Il compratore si impegna altresì a comunicare tempestivamente ad Adimac S.r.l. qualsiasi evento che riguardi i beni oggetto della riserva di proprietà, ivi compreso il trasferimento in luogo diverso da quello della consegna o della originaria installazione.
d. Qualora i beni forniti dovessero essere assoggettati a pignoramento o a sequestro da parte di terzi, il compratore è obbligato a far constatare l’esigenza del riservato dominio a favore della Venditrice nel verbale dell’ufficiale giudiziario procedente e darne immediato avviso con raccomandata A/R alla venditrice stessa sotto comminatoria dei danni.

3) CONSEGNA
a. I termini di consegna e di spedizione non impegnano la Venditrice perché si intendono in via indicativa e decorrono comunque dal pagamento dell’eventuale anticipo del prezzo pattuito.
b. Eseguita la fornitura, il rilascio di tutte le autorizzazioni necessarie da parte delle autorità competenti, sono a carico dell’acquirente, il quale dovrà far fronte comunque??al pagamento come pattuito.
c. La Venditrice si riserva il diritto di ritardare o non eseguire la fornitura quando sussista una causa impeditiva manifesta dovuta a forza maggiore o comunque non dipendente da fatto o colpa della Venditrice stessa. In tali casi nessuna indennità ad alcun titolo sarà dovuta al committente.
d. La merce comunque resa, viaggia a rischio e pericolo del committente dal momento della consegna al vettore.

4) PREZZO / MODALITA’ DI PAGAMENTO / INTERESSI
a. Le cambiali, tratte autorizzate, cessioni o agenti rilasciati a fronte del mezzo o a rinnovo si intendono sempre emessi ed accettati “Pro Solvendo” (salvo buon fine) e non novano in nessun caso le obbligazioni così come assunte con l’ordine, anche per quanto attiene alla riserva di proprietà.
b. Le fatture si intendono accettate trascorsi otto giorni dal loro ricevimento senza che sia pervenuta contestazione scritta da parte del committente.
c. I pagamenti, salvo diversi accordi scritti, saranno ritenuti validamente eseguiti soltanto se fatti direttamente al domicilio della venditrice a mezzo di assegni di conto corrente o circolari all’ordine Adimac S.r.l. “non trasferibili”. È data facoltà all’Agente della Venditrice riscuotere anticipi all’atto della raccolta dell’ordine, fermo restando che i pagamenti effettuati a mezzo assegno o con altri titoli verranno accettati soltanto se conformi a quanto sopra disposto e “salvo buon fine”.
d. In caso di concessa dilazione nei pagamenti o di ritardo – a qualsiasi ragione dovuto – del pagamento alle scadenza pattuite, o rinnovo di debiti già scaduti, viene pattuito ed accettato dal committente che dal giorno della dilazione o del ritardo o del rinnovo decorreranno gli interessi nella misura del T.U.S. maggiorato di 7 punti. È fatto comunque salvo in caso di mora ogni altro diritto della Venditrice connesso con l’inadempimento, ivi compreso il risarcimento del maggior danno.
e. Il ritardo nel pagamento dell’eventuale anticipo o dei ratei di prezzo determina l’automatico annullamento dell’eventuale sconto concesso sul prezzo di vendita.

5) INADEMPIMENTO
a. Il ritardo nei pagamenti costituisce ai sensi dell’art. 1455 C.C inadempienza grave del committente e dà diritto alla Venditrice di ritenere risolto il contratto a semplice richiesta scritta della stessa, senza necessità di pronunce giudiziali ai sensi dell’art. 1456 C.C.
b. In caso di risoluzione del contratto la Venditrice ha diritto ad ottenere, a spese dell’acquirente, la consegna immediata dei beni forniti trattenendo le somme eventualmente già versate a titolo di anticipo o di rateo del prezzo, salvo comunque il diritto al pagamento di penale per un importo pari ad un terzo del valore residuo della fornitura ed al risarcimento del maggior danno ai sensi dell’art. 1382 C.C.
c. In caso di vendita rateale è fatto altresì salvo il diritto della Venditrice, in caso di adempimento anche di una sola rata del committente, di considerare il medesimo decaduto dal beneficio del termine ai sensi dell’art. 1186 C.C. e di ottenere il pagamento immediato del prezzo ancora dovuto. Tale facoltà della Venditrice non è ostacolata dal fatto che il prezzo sia regolato da cambiali dirette o cessioni o tratte già negoziate, restando impegnata la Venditrice soltanto al richiamo degli effetti alle singole scadenze.

6) GARANZIE
a. Le denunce ai sensi degli art. 1495 e 1497 C.C. dei vizi e dei difetti del bene fornito, dovranno essere effettuate tempestivamente, entro 8 giorni dalla consegna, a mezzo raccomandata A/R da inviarsi presso la sede della Venditrice.
b. La ditta Venditrice si impegna per la durata di mesi dodici dalla consegna, salvo diverse condizioni pattuite per iscritto, all’eliminazione gratuita dei difetti che si dovessero manifestare nell’uso del bene fornito e non dipendenti da colpa dell’acquirente o da cattiva manutenzione. In ogni caso restano a carico del compratore il costo della manodopera ed il diritto di chiamata dell’intervento. L’intervento di operatori non autorizzati dalla Venditrice comporterà la perdita del diritto di garanzia. La prestazione della garanzia è rigidamente subordinata al puntuale adempimento degli obblighi assunti dal committente.
c. Sono comunque escluse dalla garanzia le parti in vetro, la verniciatura, le parti elettriche e gli impianti di illuminazione del bene fornito. Le parti sostituite in garanzia restano proprietà della Venditrice.
d. Nessun indennizzo o risarcimento sarà dovuto all’acquirente per il periodo durante il quale l’impianto fornito dovesse rimanere inoperoso in conseguenza di riparazioni eseguite in garanzia.

7) TOLLERANZA
a. I dati tecnici risultanti dai cataloghi e dal materiale pubblicitario della Venditrice sono approssimativi e pertanto soggetti a tolleranza.

8) FORO COMPETENTE
Per qualsiasi controversia comunque dipendente del presente contratto, le parti eleggono come unico Foro competente quello di Vicenza, in via esclusiva ed assoluta con specifica e concordata esclusione di ogni altro Foro.